Ecco le tre circolari diramate ai prefetti

ROMA . Ecco i brani principali delle tre circolari.

Prima circolare Parisi (16 marzo): “Est pervenuta notifica, ex articolo 165 ter stralcio documento di cui non est noto autore, che annuncia nel periodo marzo.luglio campagna terroristica con omicidi esponenti Dc, Psi e Pds, nonche’ sequestro e omicidio futuro presidente della Repubblica, quadro strategia comprendente altri episodi stragisti. Specifiche dichiarazioni risultano antecedenti ad omicidio europarlamentare democristiano, onorevole Salvo Lima, Sebastiano Corrado, assessore pds del Comune Castellammare economo quella Usl, nonche’ Salvatore Gaglio, segretario sezione socialista Bruxelles. Eventi omicidiali riferiti inducono ulteriore mobilitazione et attenta vigilanza. (…) Di quanto sopra riferito affiorano fondati indizi in ordine at pretesa interrompere una statuale fermezza per recupero pieno della legalita’ e conduce ad esistenza progetto complessivo destabilizzazione del sistema democratico presumibilmente opera di centrali eversive compromesse anche a livello esterno con traffici illeciti”.

La circolare e’ stata seguita, sempre il 16 marzo, da un telegramma di Scotti: “Gravi fatti criminosi verificatisi questi ultimi giorni e inquietanti segnali minacce confronti alte autorita’ impongono, anche in relazione at vivace contesto campagna elettorale, massima attenzione autorita’ P.S. (…) Raccomandasi in particolare rigoroso controllo obiettivi sensibili, con particolare riferimento at sedi politiche et istituzionali, luogo previste riunioni, dimore et sedi lavoro soggetti esposti…”.

L’ ultima circolare viene diramata giovedi’ 19 marzo: “Comunicasi che attraverso ulteriore notifica pervenuta da magistratura bolognese estsi appreso che futuro presidente della Repubblica da sequestrare e uccidere nel contesto presunto piano destabilizzazione periodo marzo.luglio, sarebbe presidente Consiglio ministri senatore Giulio Andreotti. Ambito medesimo piano che prevedrebbe anche seria azione intimidatoria contro soggetti strutture istituzionali sarebbe altamente probabile iniziativa terroristica diretta contro onorevole Giuliano Amato. L’ autore della rivelazione identificasi per Elio Ciolini, sospetto emissario gruppi criminali operanti livello internazionale, personaggio noto at cronache giudiziarie nazionali in particolare per inserimento nota vicenda depistaggio processo strage 2 agosto ‘ 80 stazione ferrovie di Stato Bologna. Rinnovansi disposizioni”.

Corriere della Sera del 21 marzo 1992

 

Annunci